Progettazione ed Esecuzione di Strutture in Legno alla Luce delle Nuove Normative

March 9, 2012 — March 17, 2012

Coordinator:

  • Massimo Fragiacomo (Università di Sassari, Alghero, Italy)

Il legno è un materiale da costruzione naturale caratterizzato da molti pregi, primo fra tutti l’elevato rapporto resistenza-peso, che permette di ottenere costruzioni leggere caratterizzate da ridotta azione sismica, semplicità di trasporto e montaggio, e minore costo delle opere di fondazione. Inoltre, il legno è una risorsa rinnovabile e sostenibile, con un aspetto gradevole che lo rende elemento architettonico e di decoro oltre che elemento strutturale. Per tutte queste ragioni, il legno è ampiamente usato in molte parti del mondo come il Centro e Nord Europa, il Nord America e l’Australasia, dove oltre il 90% delle case mono e bifamiliari è realizzato interamente in legno.

In Italia si è assistito in questi ultimi anni ad un significativo aumento dell’uso del legno come materiale strutturale, e non più solo per solai e coperture di piccoli edifici, ma anche per coperture e strutture principali di grandi edifici monopiano. Recentemente, il legno è stato impiegato anche per edifici multipiano sismo-resistenti di tipo residenziale (ad esempio il progetto C.A.S.E. recentemente completato in Abruzzo) e per strutture da ponte. Un importante impulso alla diffusione del legno come materiale strutturale è stato dato dall’approvazione delle Norme Tecniche sulle Costruzioni (NTC) avvenuta con GU del 14/01/2008, che ha colmato un grave vuoto legislativo fornendo delle norme per le costruzioni in legno, prima completamente mancanti. In aggiunta, ulteriori prescrizioni specifiche sono contenute nelle norme CNR DT 206/2007 e negli Eurocodici 5 e 8, i cui Annessi Tecnici sono stati recentemente approvati dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

Il corso si rivolge ai professionisti del mondo delle costruzioni che si occupano di calcolo e direzione lavori opere strutturali. L’obiettivo è quello di discutere la progettazione e l’esecuzione di strutture in legno alla luce delle nuove normative di settore, alla cui stesura ed aggiornamento hanno partecipato attivamente i relatori, docenti universitari e liberi professionisti specializzati sulle costruzioni in legno.

Il corso inizierà illustrando i metodi di verifica agli stati limite ultimi e di esercizio degli elementi in legno e dei collegamenti meccanici legno-legno e legno-acciaio.
Si passerà quindi all’uso del legno nel recupero dell’esistente, iniziando dall’esame delle coperture spingenti, dal comportamento tridimensionale dell’edificio,
e dall’interazione degli elementi
strutturali secondari in legno con
le strutture principali.
Si continuerà con le prove non distruttive per la valutazione dello stato delle strutture esistenti in legno, e con le tecniche pratiche per stimarne la resistenza e per capire se la struttura sia recuperabile o debba essere sostituita. Inoltre, si esamineranno i criteri per la valutazione delle caratteristiche di resistenza da adottare nelle verifiche, nonchè i criteri di verifica ed i coefficienti di sicurezza da utilizzare.
Quindi si discuteranno le tecniche di recupero delle strutture esistenti in legno compreso l’uso delle strutture miste nel restauro.

Il secondo blocco di interventi inizierà con la progettazione e modellazione di diversi sistemi costruttivi in legno in zona sismica quali le strutture a telaio leggero, a pannello pieno in legno lamellare incrociato, il sistema blockbau, ecc.
Si discuterà quindi estensivamente di problemi di durabilità, mettendo in luce quelle che sono le possibili cause di degrado e le corrispondenti misure di protezione e particolari costruttivi da adottare.
Saranno quindi trattati nel dettaglio i prodotti mono e bidimensionali a base di legno, quali legno massiccio, lamellare, compensato strutturale, pannelli di particelle, con particolare riferimento alle proprietà meccaniche da utilizzare nella progettazione, alla classificazione e agli adempimenti in fase di esecuzione di competenza della direzione dei lavori quali il controllo della documentazione di accompagnamento delle forniture. Infine si concluderà con i solai e travi composte legno-calcestruzzo e legno-legno per edifici nuovi ed esistenti, illustrando i diversi tipi di connettori a taglio, i metodi di calcolo ed i nuovi sistemi a totale e parziale prefabbricazione messi a punto nel corso dei più moderni progetti di ricerca sviluppati in Europa, America e Australasia.

PROGRAMMA DELLE LEZIONI
9 marzo
8.00 – 8.45 Registrazione partecipanti
8.45 – 9.00 Introduzione al corso (Fragiacomo)
9.00 – 10.30 Verifiche agli stati limite ultimi e di esercizio di elementi in legno. (Gubana)
10.30 – 11.00 Intervallo
11.00 – 12.30 Verifiche agli stati limite ultimi e di esercizio di elementi in legno. (Gubana)
12.30 – 14.00 Pausa pranzo
14.00 – 15.30 Progetto dei collegamenti meccanici legno-legno e legno-acciaio. (Gattesco)
15.30 – 16.00 Intervallo
16.00 – 17.30 Progetto dei collegamenti meccanici legno-legno e legno-acciaio. (Gattesco)

10 marzo
9.00 – 10.30 Coperture in legno spingenti. (Giuriani)
10.30 – 11.00 Intervallo
11.00 – 12.30 Comportamento tridimensionale dell’edificio ed interazione tra le strutture principali e secondarie. (Giuriani)
12.30 – 14.00 Pausa pranzo
14.00 – 15.30 Controlli non distruttivi per valutare lo stato delle strutture esistenti in legno. (Gubana)
15.30 – 16.00 Intervallo
16.00 – 17.30 Tecniche di recupero delle strutture esistenti in legno e uso delle strutture composte nel restauro. (Giuriani)

16 marzo
9.00 – 10.30 Progettazione delle strutture in legno in zona sismica. (Follesa)
10.30 – 11.00 Intervallo
11.00 – 12.30 Progettazione delle strutture in legno in zona sismica. (Follesa)
12.30 – 14.00 Pausa pranzo
14.00 – 15.30 Durabilità di strutture in legno. (Lauriola)
15.30 – 16.00 Intervallo
16.00 – 17.30 Durabilità di strutture in legno. (Lauriola)

17 marzo
9.00 – 10.30 Elementi monodimensionali a base di legno: classificazione, proprietà meccaniche, e certificazioni. (Luchetti)
10.30 – 11.00 Intervallo
11.00 – 12.30 Elementi bidimensionali a base di legno: classificazione, proprietà meccaniche, e certificazioni. (Luchetti)
12.30 – 14.00 Pausa pranzo
14.00 – 15.30 Strutture composte legno-calcestruzzo e legno-legno. (Fragiacomo)
15.30 – 16.00 Intervallo
16.00 – 17.30 Strutture composte legno-calcestruzzo e legno-legno. (Fragiacomo)

Downloads

See also

  • Description
  • Invited lecturers


  • CISM Short Courses are currently part of Doctoral programmes in a number of European Universities and Higher Education Institutes.

    Upon agreement between CISM representatives, course coordinators and the director of the specific doctoral school, short courses can award credits for doctoral programmes.

    A list of European Universities acknowledging CISM courses in the frame of doctoral programmes follows.