Progettazione di Unioni Bullonate e Saldate Secondo DM 14.01.2008 (Norme Tecniche per le Costruzioni) ed Eurocodice 3 - POSTICIPATO AL 2013

November 5, 2012 — November 6, 2012

Coordinator:

  • Denis Benasciutti (Università degli Studi di Udine)

I collegamenti bullonati e saldati rappresentano dettagli costruttivi largamente impiegati nelle costruzioni in acciaio sia in ambito civile ed edile, che industriale e meccanico. Il corso si rivolge a professionisti e tecnici che operano, a diverso titolo, nel settore della progettazione strutturale dell’acciaio, con l’obiettivo di fornire conoscenze di base, riferimenti normativi ed esempi applicativi nell’ambito dei collegamenti nelle strutture in acciaio. In particolare, il corso si propone di fornire una panoramica sui criteri di progettazione e verifica dei collegamenti in accordo alle norme italiane (DM 14.01.2008 – Norme Tecniche per le Costruzioni) ed europee (UNI EN 1993 – Eurocodice 3).

Una prima parte, dedicata ai principali aspetti della progettazione (materiali, tipologie e combinazioni delle azioni) nell’ambito del metodo semi-probabilistico agli stati limite, servirà da introduzione agli argomenti successivi. Per quanto riguarda i collegamenti bullonati, il corso descriverà il comportamento ed i criteri di calcolo delle principali tipologie di collegamento (bulloni non precaricati e caricati, unioni soggette a taglio e/o a trazione, unioni per attrito), con particolare attenzione al calcolo dei collegamenti attraverso considerazioni basate sulla gerarchia delle resistenze.
Per i collegamenti saldati, si fornirà un’introduzione di carattere generale sulla saldatura autogena per fusione, con particolare attenzione ai livelli di accettabilità dei difetti ed ai controlli sui giunti previsti dalle norme. Si discuteranno, poi, i diversi criteri di normativa per la progettazione e verifica dei collegamenti saldati per il caso di carichi statici e variabili nel tempo (ad ampiezza costante e variabile), con la discussione esempi per semplici condizioni di carico.

Gli argomenti trattati saranno affrontati sia da un punto di vista generale che più applicativo, mediante lo svolgimento di esempi progettuali relativi a casi di interesse pratico, con un riferimento anche all’utilizzo di tecniche di modellazione agli elementi finiti.


PROGRAMMA DELLE LEZIONI

5 novembre 2012


8.30 – 9.00 Registrazione dei partecipanti.
9.00 – 10.30 Introduzione al metodo semi-probabilistico agli stati limite, applicato alle strutture in acciaio. Criteri di progetto e riferimenti normativi. (Milani)
10.30 – 11.00 Intervallo
11.00 – 12.30 Progetto e verifica di giunzioni bullonate. (Milani)
14.30 – 16.00 Progetto e verifica di giunzioni saldate soggette a carichi statici. Generalità e criteri di calcolo. (Benasciutti)
16.00 – 16.30 Intervallo
16.30 – 18.00 Progetto e verifica di giunzioni saldate soggette a carichi statici. Esempi applicativi e modellazione ad elementi finiti. (Benasciutti)


6 novembre 2012


9.00 – 10.30 Progetto e verifica di giunzioni saldate sollecitate a fatica. Generalità e criteri di calcolo. (Tovo)
10.30 – 11.00 Intervallo
11.00 – 12.30 Progetto e verifica di giunzioni saldate sollecitate a fatica. Esempi applicativi e modellazione ad elementi finiti. (Tovo)
14.30 – 16.00 Problematiche progettuali: applicazione e discussione di casi reali. (Benasciutti, Tovo)

See also

  • Description
  • Invited lecturers


  • CISM Short Courses are currently part of Doctoral programmes in a number of European Universities and Higher Education Institutes.

    Upon agreement between CISM representatives, course coordinators and the director of the specific doctoral school, short courses can award credits for doctoral programmes.

    A list of European Universities acknowledging CISM courses in the frame of doctoral programmes follows.